News/Eventi

  • Sagra degli Orapi

    13/08/2017

    La Sagra degli Orapi è un appuntamento ormai tradizionale del cartellone estivo barreano.

    Il fitto passa-parola tra turisti e locali richiama ad ogni edizione, nella panoramica Piazza del Mammarino, migliaia di persone curiose di conoscere questa specialità tanto “misteriosa” e di gustare i piatti tipici che la cucina locale rielabora fedelmente da antiche ricette.

    Gli orapi rappresentano una tradizione della cultura pastorale di montagna!

    L’Orapo (Chenopodium bonus-henricus) è uno spinacio selvatico di montagna che cresce in prevalenza in alta quota fino a 2000 metri e da secoli viene raccolto pazientemente a mano. Prima di salire si guardano le montagne da sotto, si osserva la neve, il cielo e le temperature. Non deve fare ancora freddo e bisogna salire prima che arrivi il caldo quando il manto bianco della neve comincia a ritirarsi. Solo in quel momento si possono raggiungere gli stazzi, tra i pascoli delle pecore, dove il suolo è ricco di azoto e di nitrati. I passaggi delle greggi concimano la terra e fanno nascere l’orapo, la verdura del freddo e questo spiega il suo nome tedesco dieiszichorie, cioè cicoria del ghiaccio, sebbene non sia parente della cicoria bensì degli spinaci. L’orapo è una pianta ricca di ferro e di vitamina C e le si riconoscono straordinarie proprietà. Le foglie e i germogli possono essere lessati e gustati come contorno, ma anche accompagnati a legumi (orapi e fagioli) o a “pasta povera” a base di acqua e farina (gnocchetti e orapi).

    Scarica l'allegato ⇓